HOME         CHI SIAMO         DITE DI NOI        AVVERTENZE         CONTATTI

Lavori in casa: calcola la detrazione

Fino al 31 dicembre 2013 è possibile sfruttare la detrazione Irpef del 50 per cento per i lavori di ristrutturazione e del 65 per quelli finalizzati al risparmio energetico. Dopo questa data lo sconto sull'imposta scende al 36 per cento in entrambi i casi, senza scadenza. Qui si può calcolare il proprio vantaggio fiscale, anche per interventi che incrociano i diversi regimi.

36, 50, 55 o 65 PER CENTO: ECCO IL RISPARMIO

Tipo di detrazione
ristrutturazione   risparmio energetico Indicare se la spesa, e la relativa detrazione, si riferiscono a ristrutturazione edilizia oppure risparmio energetico
Risparmio energetico: tipo intervento Nel caso di detrazione per risparmio energetico, specificare il tipo di intervento: a ciascun tipo corrisponde un importo massimo della detrazione
Spesa nel 2011 Indicare la spesa complessiva sostenuta nell'anno solare 2011, in base alla data dei bonifici
Spesa nel 2012: da 1/1 a 25/6  da 26/6 a 31/12 Indicare separatamente nei due periodi la spesa sostenuta nel 2012, in base alla data dei bonifici
Spesa nel 2013: da 1/1 a 5/6    da 6/6 a 31/12 Indicare separatamente nei due periodi la spesa sostenuta nel 2013, in base alla data dei bonifici
Spesa per mobili dal 6/7/2013 Indicare la spesa sostenuta a partire dal 6 luglio 2013 per l'acquisto di mobili finalizzato all'arredo di un immobile in ristrutturazione

Spesa totale ammissibile Questo è il totale della spesa sostenuta dal 2011 al 2013, e ammissibile in base ai limiti massimi vigenti, relativamente ad uno stesso intervento
Detrazione totale in 10 anni Questo è l'importo totale della detrazione a cui si ha diritto relativamente ad uno stesso intervento effettuato nell'arco dei tre anni.
Detrazione nel 2012 Questo è l'importo della detrazione che spetta nel 2012 relativamente alla spesa dell'anno precedente
Detrazione nel 2013: nuova   cumulata L'importo della detrazione che spetta nel 2013: sono indicati separatamente la quota che si aggiunge a quella dell'anno precedente e il totale cumulato
Detrazione nel 2014: nuova   cumulata L'importo della detrazione che spetta nel 2014: sono indicati separatamente la quota che si aggiunge a quella dell'anno precedente e il totale cumulato

Attenzione. Il calcolo è effettuato sulla base delle norme in vigore, così come illustrate e chiarite nelle circolari e nelle guide dell'Agenzia delle Entrate.
- L'anno della detrazione (2012, 2013 o 2014) è quello in cui si presenta la dichiarazione dei redditi relativa all'anno precedente (nel quale la spesa è stata sostenuta) e si fruisce effettivamente della detrazione.
- L'importo della spesa totale ammissibile e quello delle detrazioni si riferiscono ad uno stesso intervento di ristrutturazione edilizia, oppure finalizzato al risparmio energetico, eventualmente prolungato nel corso di più anni. Se l'intervento si conclude nell'arco di un solo anno solare, l'importo della nuova detrazione dell'anno seguente coincide con quella cumulata nei successivi.
- Relativamente all'anno 2012, in linea con quanto indicato nella circolare dell'Agenzia delle Entrate 13/E del 9/5/2013, il calcolo suppone che sia sfruttata al massimo la spesa sostenuta dal 26 giugno in poi, per la quale il tetto ammissibile sale a 96.000 euro.
- La spesa per mobili è ammissibile alla detrazione, fino a un limite di 10.000 euro, se sono state sostenute spese per ristrutturazione dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2013.

Per ulteriori chiarimenti o per segnalare anomalie, consulta la pagina dei Contatti.

iubenda

Calcola
Trova risposte

Consulta

Sostieni Irpef.info
Le informazioni e i servizi offerti su questo sito sono a disposizione di tutti, gratuitamente e senza registrazione. Ma se vuoi contribuire all'esistenza di Irpef.info con una piccola donazione, anche di minimo importo, puoi farlo in modo sicuro con il pulsante qui sotto


Privacy Policy